Fratelli Lorenzon Viticoltori dal 1890

ALbarossa vini

Siamo un’azienda a conduzione familiare, dove ciascuno ha il suo ruolo, e tutti condividono lo stesso obiettivo. Luciano da sempre si occupa della cantina e segue le fasi della vinificazione. Giacomo costantemente tra i filari dei suoi vigneti, conosce la storia e lo stato di salute di ogni singola pianta, che cura con amore insieme a papà Olivo, vero mentore dell’azienda. La mamma Maria e la sorella Daniela coccolano i clienti con i rinfreschi, lo spiedo e la preparazione delle confezioni; tutto rigorosamente fatto in casa. Per questo non ci piace essere definiti un’industria, ma preferiamo identificarci con le oramai poche realtà che intendono preservare la tradizione della produzione vinicola, così come ci è stata tramandata dai nostri nonni. Alla tradizione abbiamo accostato l’utilizzo di moderne tecniche di vinificazione, che garantiscono elevati standard qualitativi, e la professionalità di enologi qualificati. Veniteci a trovare, vi faremo sentire in famiglia, e potrete praticare una corroborante passeggiata nei nostri vigneti fra paesaggi mozzafiato.

Territorio

Siamo situati nella fascia pedemontana veneta della provincia di Treviso, la più vocata dal punto di vista della produzione vitivinicola, nel cuore dell’area di produzione del CONEGLIANO VALDOBBIADENE DOCG. Il microclima è influenzato dalla vicinanza delle prealpi e dalla morfologia delle colline, che anche d’inverno concedono giornate ventilate e poco umide, con grandi escursioni termiche e gelate invernali. Questo conferisce al Prosecco stabilità e struttura, e riduce la formazione di parassiti e malattie della pianta. Infatti da giugno e fino alla raccolta applichiamo alla vite solo trattamenti naturali biologici, come da protocollo vitivinicolo del Consorzio Prosecco Conegliano Valdobbiadene DOCG. La vite non necessita di terreni molto fertili, al contrario predilige terreni poveri che si differenziano per composizione e tessitura. È una pianta che si adatta a qualsiasi tipo di terreno, per questo lo stesso vitigno non dà uve uguali se coltivato in terreni dalle caratteristiche differenti. La costituzione chimica del terreno nell’area di produzione del CONEGLIANO VALDOBBIADENE DOCG si è rivelata ideale per questo tipo di coltivazione. Il tipo di allevamento utilizzato è il Guyot doppio, o doppio capovolto, che offre come risultato una vegetazione più uniforme lungo il tralcio e quindi maggiore resa e distribuzione più ordinata dell’uva. Questa tecnica è particolarmente indicata nei terreni collinari e poveri d’acqua. Nei nostri vigneti la raccolta viene effettuata manualmente, e i grappoli raccolti in cassetta, per preservarne l’integrità e prevenirne l’ossidazione fino alla pressatura. Questo ci consente di non applicare trattamenti chimici successivi alla raccolta. Possiamo suddividere i nostri vigneti in tre aree principali: RefrontoloSolighetto e Sernaglia della Battaglia.

Refrontolo

È il nostro vigneto storico, situato a poche centinaia di metri dal famoso Molinetto della Croda e lontano diversi chilometri da centri urbani e zone industriali. Si tratta di 3 ettari di vigneto, rivolti fra Nord-Est e Sud-Est e situati ad un’altitudine compresa fra i 250 e i 300 metri. Scosceso, impervio e selvaggio, può essere lavorato solo manualmente, e offre panorami mozzafiato. Il terreno è immerso nel bosco ed è un misto fra conglomerato roccioso e arenaria, detto anche “salis” nel dialetto locale. A motivo di questa particolare composizione offre alla pianta un apporto costante di minerali e acqua, infatti non necessita di irrigazione meccanica in nessun periodo dell’anno. Da queste uve nasce il nostro pluripremiato RIVE DI REFRONTOLO SUPERIORE DOCG.

Solighetto

Questo vigneto è in posizione collinare, adiacente alla cantina. Si tratta di un terreno argilloso, poco profondo, di media pendenza e rivolto a Sud. Si trova ad un’altitudine compresa fra i 160 e i 200 metri ed è allevato col metodo Guyot doppio. A motivo della sua particolare composizione chimica, questo terreno dona al vino sensazioni olfattive complesse, morbidezza e un buon titolo alcolometrico. Da queste uve nasce il premiato RIVE DI PIEVE DI SOLIGO SUPERIORE DOCG, vera espressione delle peculiarità di questo territorio, e severamente controllato dal rigido protocollo del consorzio di tutela del CONEGLIANO VALDOBBIADENE DOCG.

Sernaglia della Battaglia

Questo vigneto rappresenta la migliore espressione del tipico prosecco dell’area del Piave. Nasce in un terreno pianeggiante, con substrato ghiaioso e ricoperto di materiale terroso. Si tratta di un terreno altamente permeabile e per questo necessita di irrigazione a goccia. Si trova su una superficie ben ventilata e soleggiata. Qui si alleva il glera con metodo sylvoz, e da queste uve nasce il nostro PROSECCO TREVISO DOC.

LaStoria

Viticoltori sin dal 1890, e questo ci colloca fra le tradizioni più antiche della zona. Testimonianze attestano la presenza della famiglia Lorenzon nella borgata del Valotai di Refrontolo sin dalla seconda metà del XIX secolo. I vigneti coltivati sono ancora gli stessi, e alcuni ceppi sono vecchi più di un secolo, testimoni silenziosi di una storia di cui andiamo fieri. Tutta l’area compresa fra Vittorio Veneto e Valdobbiadene vanta una storia vitivinicola lunga più di due millenni. Fra vicissitudini altalenanti, cambi di potere e periodi più o meno bui, l’unica costante che ha caratterizzato queste colline è la prezenza dei vigneti, e la produzione di vino di alta qualità, destinato alle mense dei nobili.

Il cambio di passo è avvenuto verso la fine del XVIII secolo, con un vero e proprio rilancio culturale del vino. Furono molte le iniziative agronomiche, come la costituzione di accademie e scuole agrarie, che culminarono con il sorgere della prima scuola enologica a Conegliano il 9 luglio 1876 con regio decreto di Vittorio Emanuele II, e nello stesso anno con la costituzione del Consorzio Prosecco Conegliano Valdobbiadene DOCG.

In questo contesto si colloca la nascita dell’azienda vinicola che prese poi il nome di AlbaRossa, su iniziativa del lungimirante Desiderio Lorenzon, il bisnonno, che capì l’enorme potenziale morfologico e agronomico di questo territorio. Abbiamo deciso di raccogliere questa preziosa eredità, e di preservarne i valori, e per questo più recentemente, nel 2010, abbiamo costruito la nuova cantina, concepita interamente in un’ottica ecosostenibile, e abbiamo acquistato nuove attrezzature, che ci hanno permesso di fare un importante salto di qualità.

Grazie a questa scelta nel 2013 e nel 2014 il nostro PROSECCO CONEGLIANO VALDOBBIADENE BRUT e il RIVE DI REFRONTOLO SUPERIORE DOCG sono stati premiati con il prestigioso bollino rosso a Merano, nel 2015 con Gran Medaglia D’argento al Vinitaly, e molti altri riconoscimenti.